Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for maggio 2013

Siamo fatti per cadere.
Come alberi.
Come cose vecchie inutili, fragili e vecchie.
Come stelle.

Per sopravvivere facciamo cose assurde.
Per succedere ne combiniamo che poi non ti rendi conto dove arrivi.

Cadiamo.
Forte, tanto forte, che tremendi sono i tonfi,
che l’anima te la strappano come un bacio alla stazione,
e la forza di rialzarti non l’avrai mai.

Cadiamo.
Con la paura di morire, di vivere
mangiati dall’egoismo di “sovvertireunordinenaturaledellecose”
che a dirlo tutto d’un fiato già capisci che è na cazzata.

Siamo egoisti.
Ci meritiamo tutto.
Siamo divinità.
Che muoiono.
Che tutto possono.

Una massa mediocre. Di postulanti e vagabondi, sopravviventi a se stessi
ombre di sé vuote e fumose.
Poi le colonne.
Le luci.

La fortuna di fartela un po’ con qualcuno che ha capito tutto.
Che, alla fine, “non è niente”.
Che tutto si risolve.

Nascono così le stelle.
Morendo.

E le guardo.
E spero che mi guidino.
E che mi diano la forza.
Che oggi è uno di quei giorni tremendi.
Che te la vuoi fare anche tu da quelle parti.

Qui rimane la polvere.
Rimaniamo noi.
Rimane solo, l’uomo.

Nascono così le stelle.
Morendo.

 

 

 

 

Vorrei sentirmi dire ancora una volta “non ti preoccupare, non è niente.”

Non te l’ho mai detto, te lo dico ora.

Ciao Renata

Read Full Post »